Digitalizzazione: quali sono gli obiettivi della SSR?

News 03.09.2019

I seguenti esempi illustrano come la SSR intende raggiungere gli obiettivi della strategia aziendale e dell'offerta 2019-2020 in materia di digitalizzazione.

«Dataland» 2018

«Puntiamo ad arrivare tra cinque anni a un equilibro tra offerte digitali e broadcast›. Il nostro obiettivo sembra semplice, ma le sfide che la SSR dovrà affrontare sono enormi. Da 88 anni il nostro punto di forza è il broadcast. In questo momento il futuro digitale non lineare non sembra solo promettente. In questo momento non serve guardare alla gloria del passato, ma bisogna pensare al cambiamento: nell'offerta, nelle strutture e nel modo di pensare. Abbiamo voglia di questo cambiamento. E il modo migliore per affrontarlo è quello di fare networking e scambiarsi opinioni. La giornata del digitale offre una piattaforma ideale per dibattiti aperti e sinceri. L'ispirazione è garantita. E il motto di quest'anno "lifelong learning" sembra fatto apposta per noi, ottantottenni pronti al cambiamento.»

Bakel Walden, direttore Sviluppo e Offerta SSR, su persoenlich.com

Modernizzazione di radio e televisione

La SSR garantisce la ricezione radiotelevisiva alla quasi totalità delle economie domestiche svizzere. Per quanto riguarda il futuro digitale di radio e televisione, la SSR promuove la continua modernizzazione di entrambi i media. 

HbbTV

Questo standard rappresenta il sostituto del Teletext, la cui tecnologia di ricezione non sarà più supportata a partire dal 2022. L'HbbTV è uno standard aperto e internazionale per il segnalamento, la trasmissione e l'esecuzione di applicazioni interattive per apparecchi di ricezione che dispongono sia di un decoder per la televisione digitale che di un accesso a internet.

Piattaforme digitali non lineari per i contenuti SSR

«Nel 2020 la SSR lancerà una piattaforma che offrirà le nostre produzioni non più suddivise per regione linguistica, ma per tematica. Tale piattaforma arricchirà considerevolmente la nostra offerta. […] Le implicazioni concrete sono le seguenti: se domani produciamo una serie per la RTS, essa verrà doppiata in modo che sia immediatamente disponibile anche per la RSI e la SRF; ciò avverrà per ogni lingua di partenza. Miriamo a realizzare regolarmente produzioni nel settore fiction, doppiate per la diffusione in televisione e doppiate o sottotitolate per l'offerta video on demand.»

Gilles Marchand, direttore della SSR, su Culture en Jeu, 31.05.2019, originale in francese

«La SSR ha già una piattaforma di catch up, dove gli utenti possono vedere in differita i programmi della diffusione lineare. Inoltre, lanceremo un'ulteriore piattaforma ancora più adeguata all'utilizzo mobile e interregionale, contenente docu-serie, film e serie. Inoltre, costruiremo un'infrastruttura comune a tutta la Svizzera. Nel 2020 vogliamo essere in grado di mettere online una prima versione.»

Bakel Walden, direttore Sviluppo e Offerta SSR, su persoenlich.com il 10.02.2019

Settore audio

Insieme al settore radiofonico svizzero, la SSR si impegna ad abbandonare la diffusione radiofonica tramite OUC in favore della tecnologia digitale DAB+ entro la fine del 2024.

«Sono convinto che la prossima grande rivoluzione digitale riguarderà l'offerta audio. Sarà una rivoluzione di enorme portata come quella che una quindicina di anni fa ha interessato il settore video. In Svizzera la fruizione lineare dei programmi radiofonici è in calo. Allo stesso tempo, l'età media degli ascoltatori tende ad aumentare. La soluzione consiste indubbiamente nell'integrare le nostre offerte tradizionali che passano al DAB+ con audio on demand. A tal fine svilupperemo una vera e propria strategia per offerte podcast-first. Il comando vocale la farà da padrone. La nostra società mediatica si allontanerà dal tattile (smartphone) per passare al verbale (smart speaker).»

Gilles Marchand, direttore della SSR, in occasione dell'apertura dei Radioday Europe al Politecnico federale di Losanna, 01.04.2019, originale in inglese

Login Allianz

In occasione dell'ultimo Swiss Media Forum tenutosi circa un anno fa a Lucerna, la SSR ha aderito come partner all'iniziativa lanciata dalle grandi case mediatiche elvetiche. La notizia è stata riportata da blick.ch e persoenlich.com.