Pacte de l'audiovisuel: 355 film sui canali della SSR

News 15.05.2018

Il Pacte de l’audiovisuel è un successo sin dal 1996: con un investimento annuale di 27,5 milioni di franchi, la SSR partecipa alla produzione di pellicole televisive e cinematografiche svizzere. Nel documento «Facts & Figures 2017», pubblicato online, si possono trovare tutti i dati relativi alla promozione della produzione di film portata avanti dalla SSR.

L'anno scorso non potrà mai essere dimenticato. «Wilder», la prima serie SRF coprodotta nell'ambito del Pacte de l’audiovisuel, ha trionfato sia tra il pubblico che per la critica ed è stata inoltre trasmessa dalla RTS e dalla RSI. Anche «Quartier des banques», la nuova serie della RTS, ha soddisfatto appieno tutte le aspettative.

Al cinema e sulle reti televisive della SRF, della RTS e della RSI, i film «Heidi» e «Schellen-Ursli» hanno riscosso un grande successo. È stato inoltre prodotto il primo film di finzione in romancio, intitolato «Amur senza fin». Ora non resta che attendere la sua diffusione su scala nazionale nell'autunno di quest'anno.

La promozione dei film svizzeri è la priorità
Le produzioni svizzere sono un importante pilastro della legittimazione del servizio pubblico offerto dalla SSR. Nessun'altra azienda, in Svizzera o all'estero, ha i mezzi o l'interesse necessari a sostenere finanziariamente i film svizzeri. L'importanza della promozione in questo ambito è emersa chiaramente durante i dibattiti sull'iniziativa No Billag: i cineasti svizzeri si sono infatti schierati con la SSR e si sono impegnati con video creativi contro l'iniziativa.

Nonostante le misure di risparmio pianificate, anche dopo la votazione la promozione di film svizzeri è rimasta una delle priorità della SSR. L'impegno non dovrà solo essere mantenuto, bensì aumentato. Quindi «Wilder» e «Quartier des banques» non rimarranno sicuramente gli unici successi.

Tutti i dati sulla promozione di film da parte della SSR sono consultabili nella pubblicazione online «Pacte de l’audiovisuel – Facts & Figures 2017».