Sistema di garanzia della qualità

Soddisfiamo i requisiti etici e qualitativi (rilevanza, professionalità, indipendenza, varietà e accessibilità) espressi dalla Concessione e dalla Carta del giornalismo SRG SSR, attraverso l’adozione di un sistema di garanzia della qualità, un processo circolare e permanente che si articola attorno a quattro tappe fondamentali.

Ogni tappa prevede delle condizioni quadro e dei principi orientativi di base elaborati in modo unitario per tutta la SRG SSR.

RSI, RTR, RTS, SRF e SWI, attraverso l’istituzione di un coordinamento centralizzato, applicano e sorvegliano l’aderenza a questi principi tenendo conto delle specificità delle singole unità aziendali e le integrano eventualmente con direttive aggiuntive.

I responsabili della qualità delle unità aziendali si incontrano regolarmente nel Gruppo di esperti nazionale per lo scambio di esperienze e conoscenze sulla gestione delle norme qualitative. Il Gruppo di esperti si occupa pure di perfezionare continuamente il processo di garanzia della qualità e di allineare le norme ai risultati riconosciuti dalle scienze della comunicazione e alle migliori prassi nazionali ed estere.

Il sistema di garanzia della qualità dell’offerta SSR è periodicamente verificato da esperti esterni. Il pubblico è informato sui principali risultati ottenuti.

  • Il contesto e i principi di base che regolano ogni attività SSR e ne plasmano l’offerta sono definiti nella Legge Radio TV (LRTV), nella Concessione SSR, nella strategia di impresa e dell’offerta SSR e nella Carta del Giornalismo SSR. Questi documenti sono puntualmente aggiornati, pubblicati su Internet e Intranet, e continuamente ribaditi all’interno delle unità aziendali.
  • RSI, RTR, RTS, SRF e SWI integrano i documenti di riferimento con eventuali direttive aggiuntive e regole pratiche. Questi documenti sono puntualmente aggiornati e pubblicati su Internet e Intranet. I nuovi assunti prendono conoscenza delle norme qualitative e del sistema qualitativo attraverso una formazione di base. Per i praticanti sono previsti percorsi formativi adeguati.
  • Ogni offerta strutturale è descritta all’interno di un mandato di programma/prodotto che ne definisce il genere, l’ambito tematico, le linee editoriali e gli ingredienti. Il mandato fissa pure obiettivi di performance quantitativi o di altra natura. I mandati sono aggiornati regolarmente e sono vincolanti per le redazioni.

La conformità dell’offerta a norme e obiettivi, così come la verifica di eventuali sollecitazioni esterne sono garantite da sistemi di controllo regolari o puntuali specifici per ogni livello:

  • Les redazioni sottostanno alle procedure di verifica pre e post diffusione/pubblicazione stabilite per ciascuna unità aziendale. Le procedure sono aggiornate regolarmente.
  • I dipartimenti verificano, mediante controlli regolari e puntuali, l’offerta che rientra nella loro area di responsabilità.
  • Le unità aziendali sorvegliano l’offerta mediante verifiche regolari e puntuali nei gruppi preposti. Realizzano annualmente anche una verifica qualitativa istituzionale di una parte dell’offerta.

I risultati emersi dai controlli sono opportunamente comunicati alle collaboratrici e ai collaboratori coinvolti o all’esterno tramite:

  • Redazioni: incontri regolari e pianificati. La stesura di verbali e la loro condivisione con tutti i collaboratori coinvolti sono garantite solo per le redazioni di ampie dimensioni. È data adeguata risposta in forma scritta alle sollecitazioni provenienti dall’esterno.
  • Dipartimenti: incontri regolari e pianificati. La stesura di verbali e la condivisione con tutti i collaboratori coinvolti sono garantite. È data adeguata risposta in forma scritta alle sollecitazioni provenienti dall’esterno.
  • Direzione: incontri regolari e pianificati. La stesura di verbali e la conseguente condivisione con tutti i collaboratori coinvolti sono garantite. È data adeguata risposta in forma scritta alle sollecitazioni provenienti dall’esterno. La verifica qualitativa istituzionale contempla incontri di restituzione dei risultati alle redazioni coinvolte. Sui principali risultati è informato pure il pubblico mediante i resoconti sulla Qualità pubblicati all’interno del Rapporto di gestione SRG SSR.

In risposta ai risultati dei diversi controlli qualitativi, sono introdotti degli adeguamenti negli ambiti interessati.

  • Norme e obiettivi: i documenti di base (direttive interne e mandati di programma/prodotto) e i relativi obiettivi sono rivisti in conformità alle correzioni decise a tutti i livelli.
  • Formazione individuali: misure formative o obiettivi per il singolo collaboratore sono esplicitati annualmente nel formulario che accompagna il colloquio di valutazione. Il colloquio di valutazione è un colloquio annuale che si svolge tra collaboratore e responsabile diretto, la cui procedura è standardizzata a livello nazionale.
  • Formazione colletive misure formative collettive per redazioni, dipartimenti o unità aziendali, sono concertate ad hoc con i settori preposti (formazione, tecnica, …) e inserite in progetti puntuali. Il pubblico è informato delle misure prese in ambito formativo mediante i resoconti sulla Qualità pubblicati all’interno del Rapporto di gestione SRG SSR.
  • Adeguamenti dell'offert: a seguito dei risultati della verifica qualitativa istituzionale o di altre verifiche, l’offerta è opportunamente adeguata. Sui principali adeguamenti introdotti in risposta ai risultati emersi dalla verifica qualitativa istituzionale è informato pure il pubblico mediante i resoconti sulla Qualità pubblicati all’interno del Rapporto di gestione SRG SSR.