Mandato

La SSR è un'associazione gestita secondo i principi giuridici delle società anonime e operante attraverso un'azienda mediatica. La SSR adempie un mandato sociale basato sulla Costituzione, sulla legge e sulla Concessione, e riceve in cambio fondi derivanti dal gettito del canone radiotelevisivo.

La legge federale sulla radiotelevisione (LRTV) e, con un maggior dettaglio, la relativa ordinanza (ORTV), nonché la Concessione rilasciata dal Consiglio federale stabiliscono i nostri compiti e rappresentano le guide a cui ci atteniamo nel nostro lavoro. 

Tra i nostri compiti rientrano:

  • offerte di programmazione che tengano conto di determinati elementi (libera formazione delle opinioni, coesione tra le diverse regioni del paese, cultura svizzera, istruzione, integrazione e intrattenimento)
  • volume di offerta simile nelle tre grandi regioni linguistiche, un'offerta adeguata anche per la Svizzera romancia e un'offerta online per gli svizzeri all'estero
  • diffusione attraverso vari sistemi (ad es. OUC, DAB+, DVB-T)
  • un'offerta online conforme alle prescrizioni (ad es. limitazione dei testi senza riferimento a trasmissioni radiofoniche o televisive)
  • struttura organizzativa conforme alle prescrizioni (ad es. composizione del Consiglio d'amministrazione)
  • collaborazione con determinati settori (cinema, musica, archivi ecc.)

Ci differenziamo dalle emittenti commerciali anche per i particolari requisiti etici e qualitativi dei nostri programmi.

Le attività, l'organizzazione e il finanziamento della SSR sono sostanzialmente prescritti dalla Confederazione e sottoposti alla vigilanza dell'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM). Entro questo ambito siamo tuttavia indipendenti. La Costituzione federale garantisce la nostra indipendenza e impedisce le interferenze nel nostro lavoro redazionale.

Concessione

La Concessione precisa il mandato che la SSR deve adempiere con la sua offerta giornalistica ed editoriale.

  • Tre programmazioni per ciascuna delle regioni linguistiche italiana, tedesca e francese
  • Una programmazione in romancio
  • Due programmazioni musicali, una nella Svizzera tedesca e una nella Svizzera francese contenenti almeno le informazioni attuali dei programmi di base
  • Una rete dedicata ai giovani nella Svizzera tedesca
  • Tre reti musicali tematiche che trasmettono musica classica, jazz e pop
  • Una rete d'informazione continua in tedesco 
  • Due reti per ciascuna delle regioni linguistiche italiana, tedesca e francese in qualità HDTV
  • Trasmissioni in romancio
  • Una rete in tedesco che propone repliche
  • Un'offerta in lingua francese con informazioni continuamente aggiornate e indicazioni sui programmi tramite Internet
  • Trasmissioni su avvenimenti politici, economici, culturali e sportivi d'importanza regionale o nazionale innanzitutto su Internet
  • Contenuti online con riferimento a trasmissioni (riferimento temporale o tematico diretto a trasmissioni redazionali o a parti di trasmissioni)
  • Contenuti online senza riferimento a trasmissioni sotto forma di articoli nelle rubriche news, sport e notizie locali/regionali (max. 1000 caratteri per ogni articolo)
  • Analisi e informazioni sulle trasmissioni
  • Informazioni di base legate alle trasmissioni educative
  • Forum e giochi abbinati a trasmissioni
  • Un servizio online plurilingue per l'estero (swissinfo.ch)
  • Un servizio online per il pubblico di lingua italiana vicino al confine: tvsvizzera.it

La Concessione stabilisce inoltre che la SSR, per mezzo dei suoi programmi e della sua offerta editoriale, contribuisce:

  • alla libera formazione delle opinioni del pubblico mediante un'informazione completa, diversificata e corretta, in particolare sulla realtà economica, politica e sociale
  • allo sviluppo culturale e al rafforzamento dei valori culturali del paese considerando con particolare attenzione letteratura, musica e cinema svizzeri
  • all'educazione del pubblico, segnatamente tramite trasmissioni periodiche di contenuto formativo
  • all'intrattenimento