SRG SSR

  • DE
  • FR
  • IT
  • RM
  • EN
Una nuova squadra ai vertici della SSR

Comunicato stampa

06.10.2017

Una nuova squadra ai vertici della SSR

Jean-Michel Cina, presidente della SSR, ha presentato ai media, riuniti oggi a Berna, il nuovo direttore generale dell'azienda, Gilles Marchand. Dopo aver delineato le priorità del proprio mandato, Marchand ha introdotto la nuova direttrice generale supplente, Ladina Heimgartner, e il nuovo membro del Comitato direttivo SSR, Bakel Walden, direttore «Sviluppo e Offerta».

Il nuovo direttore generale della SSR, Gilles Marchand (54 anni), ha illustrato ai media, convocati oggi a Berna, le priorità del suo mandato. L'ex direttore della Radio Télévision Suisse (RTS) ha sottolineato in particolare la sua disponibilità a un dialogo costruttivo e aperto con gli altri attori di mercato e il pubblico, mostrandosi al tempo stesso consapevole delle grandi sfide che sarà chiamato ad affrontare. Gilles Marchand: «Sono conscio dei compiti che ci attendono in un’epoca di profondi cambiamenti per il paesaggio mediatico. Farò tutto quanto è possibile per assolverli al meglio insieme a tutti i team e in tutte le regioni. Unitamente alle colleghe e ai colleghi delle regioni e qui a Berna garantisco il mio impegno incondizionato per il futuro del servizio pubblico mediale, convinto come sono della sua importanza per il Paese».  

Priorità chiare in un contesto impegnativo 

Secondo Jean-Michel Cina, nuovo presidente dal 1° maggio 2017, la SSR è confrontata oggi a grandi sfide. Alcuni esempi: la votazione attesa nel 2018 sull'iniziativa No Billag, che per la SSR riveste carattere esistenziale, la fissazione dell'ammontare del nuovo canone generale da parte del Consiglio federale, la concessione transitoria e la nuova legge sui media elettronici che si profila all'orizzonte.  

Gilles Marchand, nuovo direttore generale della SSR dal 1° ottobre, ha successivamente delineato le priorità da lui stesso definite per il proprio mandato: continuare ad offrire programmi eccellenti nelle quattro lingue nazionali, garantire l'indipendenza e la professionalità delle redazioni, accelerare ulteriormente la trasformazione digitale in seno alla SSR, restare in contatto con il pubblico giovane e continuare a investire nella cultura. 

Cinque progetti di cooperazione concreti 

Il nuovo direttore generale ha sottolineato come per le aziende mediatiche private la situazione si sia fatta difficile a causa dei rapidissimi progressi della digitalizzazione, in particolare nel settore della stampa. Ragion di più, oggi, per scegliere la strada della collaborazione, proponendo nello specifico cinque progetti di cooperazione concreti (vedi anche allegato separato):

  1. La SSR offre da subito e gratuitamente alle aziende mediatiche private contributi video nel campo delle notizie (free shared content).
  2. Le radio private interessate hanno la possibilità di riprendere in tutta semplicità i notiziari radiofonici trasmessi a cadenza oraria dalla SSR. Proprio oggi, a Berna, è stato sottoscritto un accordo in tal senso con l'Unione delle radio locali non commerciali (UNIKOM).
  3. Se il settore ne ha la necessità, la SSR è disposta a mettere a disposizione la propria tecnologia per attivare un player «white label» riservato a operatori svizzeri.
  4. La SSR incentiva ulteriori cooperazioni per l'innovazione in campo mediatico con scuole universitarie, università e, se possibile, aziende private.
  5. La SSR si adopera in fatto di misurazioni online nell'intento di contribuire una soluzione settoriale condivisa da editori e operatori radiofonici e televisivi.

 

Stretta collaborazione tra Consiglio d'amministrazione e Comitato direttivo

Il presidente della SSR ha precisato ai rappresentanti dei media intervenuti a Berna che le priorità del nuovo direttore generale sono condivise dal Consiglio d'amministrazione. Jean-Michel Cina: «Al fine di rafforzare il proprio ruolo di organo strategico di conduzione aziendale e accompagnare in modo ottimale il Comitato direttivo, il Consiglio d'amministrazione ha deliberato la costituzione di un comitato che si occuperà della trasformazione digitale in azienda».

Il presidente della SSR ha informato inoltre i media che, a partire dal 1° gennaio 2018, saranno applicate le raccomandazioni del Consiglio federale per quanto riguarda le rimunerazioni del Consiglio d'amministrazione e del Comitato direttivo (iniziativa Minder). L’adozione del provvedimento è subordinata all'approvazione da parte dell'Assemblea dei delegati del 24 novembre. «In tal modo, vogliamo dare un segnale», ha sottolineato ancora Cina, precisando: «Ciò significa che la rimunerazione complessiva del Consiglio d'amministrazione e del Comitato direttivo dovrà d'ora in poi essere approvata dall'Assemblea dei delegati».

Nuova direttrice generale supplente

Nuova direttrice generale supplente sarà Ladina Heimgartner (37 anni), da dieci anni alla SSR e dal 2014 direttrice della Radiotelevisiun Svizra Rumantscha (RTR). Oltre alla responsabilità della supplenza avrà quella dell'ambito tematico «media e società» a livello di gruppo. «Ladina Heimgartner è una collega molto apprezzata nel Comitato direttivo», sottolinea Gilles Marchand prima di concludere: «Sono contento che assuma la responsabilità di questo importante ambito e del progetto «Contribution to society», riguardante il contributo culturale, mediatico, economico e sociale della SSR».

Ladina Heimgartner: «Sono felice di avere l'opportunità di impegnarmi ancora più a fondo a favore dei media pubblici nelle quattro regioni linguistiche. L'obiettivo della SSR deve essere quello di svolgere al meglio il mandato affidatole dalla collettività. In questi tempi, ciò significa anche essere più aperti e dinamici, cercare maggiormente il dialogo con la società e sapersi porre all'ascolto».

Direzione «Sviluppo e Offerta» dal 2018

La neo-istituita direzione «Sviluppo e Offerta» riunisce temi inerenti al core business in seno alla Direzione generale, come il coordinamento programmi, la trasformazione digitale, il publishing, la ricerca di mercato e sul pubblico nonché gli scambi internazionali. La sua conduzione è affidata a Bakel Walden (42 anni), responsabile dal 2012 del settore Strategia dei programmi alla SRF. «Bakel Walden dispone di vaste e comprovate competenze, soprattutto in campo internazionale. Sono molto lieto che faccia il suo ingresso nella Direzione generale e nel Comitato direttivo», ha affermato Gilles Marchand.

Ecco le prime dichiarazioni dell'interessato: «La SSR deve rivolgersi a tutti, in tutte le regioni e in tutte le lingue nazionali, tramite la televisione, la radio e le piattaforme digitali. Il mio compito sarà di coordinare e sostenere gli sforzi della SSR in tal senso. Sono molto contento dell’appassionante missione affidatami e della collaborazione con Gilles Marchand e le colleghe e i colleghi delle regioni».

Intervista con Gilles Marchand del 6 ottobre 2017 (video)

 

Comunicazione aziendale SRG SSR
Edi Estermann, Responsabile Ufficio stampa, tel. 079 635 69 79
medienstelle.srg(at)srgssr.ch

 

Curriculum vitae di Gilles Marchand 

Gilles Marchand (55 anni) ha ricoperto l'incarico di direttore della Radio Télévision Suisse (RTS) a partire dal 2010. In precedenza aveva diretto per dieci anni la Télévision Suisse Romande (TSR). Ha seduto inoltre nel Comitato direttivo della SSR e assicurato la supplenza del suo predecessore Roger de Weck. Laureato in sociologia (M.A.), Gilles Marchand ha lavorato alla Tribune de Genève dal 1988 al 1990, per passare poi, nel 1992, a Ringier Romandie dove ha diretto il reparto Ricerca, marketing e comunicazione, prima di prendere la testa della filiale romanda del gruppo nel 1998. Dal 1990 al 2000, Gilles Marchand ha collaborato attivamente in seno all'Associazione mondiale dei giornali (World Association of Newspapers, WAN) a Parigi, portando avanti numerosi programmi di formazione e perfezionamento rivolti a editori di giornali indipendenti in Africa e nell'Europa dell'Est. Da vari anni rappresenta la SSR presso l'Unione europea di radiotelevisione (UER) e siede nel consiglio d'amministrazione dell'emittente televisiva internazionale di lingua francese TV5Monde. È sposato e padre di due figli.   

 

Curriculum vitae di Ladina Heimgartner

Ladina Heimgartner (37 anni), originaria di Scuol, lavora alla SSR da dieci anni. In precedenza ha operato nel settore della stampa in qualità di responsabile della redazione Cultura del «Bündner Tagblatt». È entrata alla SSR quale redattrice radio della Radiotelevisiun Svizra Rumantscha (RTR), prima di assumere la responsabilità della rubrica «Hintergrund» ed essere nominata vicecaporedattrice. Dopo alcuni anni trascorsi alla Direzione generale a Berna, nel 2014 è stata nominata direttrice della RTR e ha fatto così il suo ingresso nel Comitato direttivo della SSR. In tale veste, aveva ed ha la competenza, tra l'altro, del tema «servizio pubblico».   

 

Curriculum vitae di Bakel Walden

Bakel Walden (42 anni) ha assolto gli studi in consulenza, sviluppo e pianificazione dei media (M.A.) presso le università di Siegen (Germania) e Poitiers (Francia). Nel 2002 è entrato come stagista alla redazione Intrattenimento della RTL a Colonia. Nella sua decennale attività presso il Gruppo RTL, ha lavorato, tra l'altro, nel team Strategia della sede centrale in Lussemburgo (2006-2008) e quale responsabile della pianificazione e dello sviluppo dei programmi per la società affiliata greca Alpha TV (2009-2012). Da maggio 2012, Bakel Walden, in qualità di responsabile del settore Strategia dei programmi della SRF, è competente per tutto quanto riguarda la fruizione dei programmi, il posizionamento e l'allestimento dell'offerta nonché le prestazioni dei singoli vettori e contenuti.

 

Cinque progetti di cooperazione

Il nuovo direttore generale della SRG SSR, Gilles Marchand, ha illustrato ai rappresentanti dei media, riuniti oggi a Berna, alcuni progetti di cooperazione concreti volti ad approfondire la collaborazione, in particolare con aziende mediatiche private, in vari ambiti. 

Free shared content

Da oggi, la SSR mette gratuitamente a disposizione delle aziende mediatiche private contributi video nel campo delle notizie, utilizzabili con la massima semplicità sulle rispettive piattaforme internet e social media. Nel rispetto delle condizioni di utilizzazione, le aziende mediatiche sono libere di commercializzare i video. L’indirizzo per registrarsi e ottenere i filmati è il seguente: https://sharedcontent.srgssr.ch/

Notiziari radiofonici per radio private

La SSR propone alle radio private interessate di riprendere in tutta semplicità i suoi notiziari radiofonici. Proprio oggi è stato concluso un accordo in tal senso con l'Unione delle radio locali non commerciali (UNIKOM). 

Swiss Player

Se il settore ne ha la necessità, la SSR è disposta a mettere a disposizione la propria tecnologia per attivare un player «white label». L'azienda è eventualmente pronta anche a collaborare alla messa a punto di una soluzione settoriale differente. 

Cooperazioni per l'innovazione in campo mediatico

La SSR incentiva e cerca ulteriori cooperazioni per l'innovazione in campo mediatico con scuole universitarie, università e aziende private. L'azienda collabora già oggi con i politecnici federali di Zurigo e Losanna e altre università hanno manifestato il proprio interesse.  

Sistema di misurazione online

La SSR si adopera in fatto di misurazioni online nell'intento di contribuire a una soluzione settoriale condivisa da editori e operatori radiofonici e televisivi.

RSIRTRRTSSRFSWI