SRG SSR

  • DE
  • FR
  • IT
  • RM
  • EN
Nuova concessione per la SRG SSR idée suisse

Comunicato stampa

28.11.2007

Nuova concessione per la SRG SSR idée suisse

La nuova concessione che il Consiglio federale ha rilasciato alla SRG SSR sostituisce le tre in vigore fino ad oggi, risalenti al 1992. La SRG SSR è lieta che il nuovo testo mantenga integra la programmazione e che ora possa partire HD suisse, la nuova rete TV quadrilingue in alta definizione. Dopo l’entrata in vigore della nuova legge (LRTV) e della nuova ordinanza sulla radiotelevisione (ORTV), dopo il rapporto del Controllo federale delle finanze (CDF) e la decisione sull’adeguamento del canone, il rilascio della concessione segna la fine di un periodo di profondo rinnovo istituzionale.

La SRG SSR constata con soddisfazione che la programmazione rimarrà garantita nelle proporzioni conosciute fino ad oggi e che sia stata riconosciuta la necessità di ampliare l’offerta nei comparti della televisione ad alta definizione (HDTV), della radio digitale (DAB) e di internet (Online). In particolare, ciò permette di inaugurare la rete quadrilingue HD suisse, il prossimo 3° dicembre. La SRG SSR, con HD suisse, offre una delle prime emittenti ad alta definizione «in chiaro» d’Europa.

La SRG SSR è anche sostanzialmente favorevole alle disposizioni sulla qualità contenute nella nuova concessione, in linea con le norme professionali e gli standard deontologici destinati agli addetti ai lavori come i Valori aziendali, la Carta dei programmi o le linee editoriali delle unità aziendali. La SRG SSR concorda anche sull’obbligo, citato espressamente, di far controllare i propri programmi e che aveva essa stessa già introdotto in base ai propri standard.

La SRG SSR, tuttavia, prende atto con sorpresa di due nuove disposizioni, il contenuto e la portata delle quali dovrà essere analizzato e discusso in profondità con l’autorità di vigilanza. Ciò riguarda in particolare la disposizione sulla composizione del Consiglio d’amministrazione e, di conseguenza, aspetti fondamentali che vertono sulla struttura «storica» dell’azienda e sulla necessità della corporate governance.

Il rilascio della concessione segna la fine di un lungo e profondo rinnovo istituzionale per la SRG SSR: il 24 marzo 2006 le Camere federali avevano varato la nuova legge sulla radiotelevisione (LRTV), che conferma il ruolo della SRG SSR nel servizio pubblico audiovisivo e pone i presupposti per offrire programmi equivalenti nelle regioni linguistiche all’insegna «dell’Idée suisse» e nell’interessi del pubblico. In maggio 2006, nel suo rapporto al Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC), il Controllo federale delle finanze (CDF) aveva riconosciuto alla SRG SSR una gestione oculata e mirata dei proventi tenuto conto delle sue strutture. L’8 dicembre 2006 il Consiglio federale aveva deciso di aumentare le tasse di ricezione riconoscendo «l’ulteriore fabbisogno finanziario» della SRG SSR: l’adeguamento del Consiglio federale (+2,5%) è tuttavia nettamente inferiore al rincaro accumulato in dieci anni. Il 9 marzo 2007 il Consiglio federale ha approvato la nuova ordinanza sulla radiotelevisione (ORTV) che, pur confermando la prassi in materia di pubblicità TV tradizionale, pone pesanti restrizioni alla pubblicità e allo sponsoring online. Il 28 novembre 2007, infine, il Consiglio federale ha rilasciato alla SRG SSR la nuova concessione.

Per informazioni rivolgersi a:

Daniel Steiner
Portavoce SRG SSR idée suisse
Tel. 079 / 827 00 66

La nuova consessione e disponibile in lingua tedesca e francese. Selezionate la lingua desiderata nel menù generale. Stiamo attualmente redigendo la versione italiana nella concessione SSR che pubblicheremo prossimamente. 

RSIRTRRTSSRFSWI