SRG SSR

  • DE
  • FR
  • IT
  • RM
  • EN
Un anno di DVB-T in Ticino

Comunicato stampa

04.08.2004

Un anno di DVB-T in Ticino

Da un anno la SRG SSR idée suisse trasmette le reti TSI 1, TSI 2, SF 1 e TSR 1 nel Cantone Ticino via etere, in DVB-T. La televisione digitale terrestre consente di captare via etere le reti televisive SRG SSR con delle piccole antenne «ad asta». Nei prossimi anni, il successo dell’introduzione del DVB-T permetterà di interrompere la trasmissione analogica anche di TSI 1 e TSI 2.

Un anno fa, la SRG SSR idée suisse ha iniziato a trasmettere in Ticino reti televisive con il sistema DVB-T. Le prime esperienze sono positive. La televisione digitale terrestre consente la ricezione semplice e di qualità di programmi tv.

DVB-T sta per Digital Video Broadcasting terrestre ed è sinonimo della nuova televisione digitale via etere. Questa tecnologia offre una nuova modalità di distribuzione delle reti tv, indipendente dal satellite e dalla via cavo. Per captare la televisione digitale terrestre occorre inserire un semplice apparecchio, detto «set top box», tra un comune televisore e una normale antenna.

Attualmente, nel Cantone Ticino le reti TSI 1 e TSI 2 sono trasmesse sia in analogico che in digitale: in tal modo, l’utenza può continuare a riceverle, per il momento, con l’antenna tradizionale (analogica) e dispone del tempo necessario per passare al DVB-T. Il prezzo di un set top box si aggira attualmente sui 200 franchi.

Per l’utenza è importante sapere che l’introduzione del DVB-T non incide sulla ricezione via satellite o via cavo: per chi riceve le reti televisive via cavo o via satellite, la televisione digitale terrestre rappresenta una possibilità di ricezione complementare – per televisori supplementari, residenze secondarie o televisori portatili.

Il DVB-T negli altri paesi

Il DVB-T permette di sfruttare con maggior efficacia le frequenze a disposizione: su un solo canale è possibile trasmettere parecchie reti televisive (in analogico soltanto uno). In conformità a trattati internazionali, nei prossimi anni anche la trasmissione via etere delle reti tv in Europa mediante trasmettitori passerà dalla tecnica analogica a quella digitale.

In Europa il DVB-T sta arrivando in diversi paesi. Nel Regno Unito e in Svezia il DVB-T è già realtà. In Germania, n el novembre 2002 è stato inaugurato il regolare servizio DVB-T nel grande agglomerato di Berlino, da maggio 2004 anche in quello di Colonia . In Italia 700 trasmettitori DVB-T sono già operativi. In Francia e in Austria sono in corso esperimenti tecnici (trasmissione / ricezione) su network di piccola portata ; le trasmissioni regolari sono previste per il primo semestre del 2005.

Introduzione graduale del DVB-T in Svizzera

Nei prossimi anni il DVB-T verrà introdotto gradualmente in tutta la Svizzera. Lo scadenzario è coordinato con il Dipartimento federale responsabile (DATEC) e con i paesi vicini. Non sono ancora state fissate scadenze precise.

L’obiettivo prioritario della SRG SSR è la diffusione via etere delle reti televisive regional-linguistiche e delle prime reti tv nelle altre lingue nazionali. Attualmente, la SRG SSR non prevede nuovi contenuti per la televisione digitale terrestre.

Josefa Haas
Responsabile Comunicazione aziendale SRG SSR idée suisse
Tel. 031 350 92 30 oppure 079 321 92 66

RSIRTRRTSSRFSWI