SRG SSR

  • DE
  • FR
  • IT
  • RM
  • EN
Prix Médias idée suisse a Adrian Arnold e Raphaël Guillet

Comunicato stampa

05.11.2004

Prix Médias idée suisse a Adrian Arnold e Raphaël Guillet

Quest'anno il Prix Médias idée suisse è stato assegnato a Raphaël Guillet della Radio Suisse Romande (RSR) per la conversazione-intervista con un ingegnere iracheno e a Adrian Arnold della Schweizer Fernsehen DRS (SF DRS) per i servizi «Drama am Matterhorn» e «Wunder am Matterhorn». A Lorenzo Mammone e Gianni Gaggini della Televisione svizzera di lingua italiana (TSI) è stata attribuita una menzione per il documentario «Crash Airlines: incidente aereo di Sharm El Sheik».

Il premio principale è andato a Raphaël Guillet, giornalista della RSR, che in una conversazione-intervista con un padre di famiglia iracheno è riuscito a far capire ai radioascoltatori le difficoltà della vita quotidiana nell’odierno Iraq. Il servizio evidenzia una contrapposizione paradossale: da un lato l’ingegnere, che apparentemente conduceva una vita benestante sotto il regime di Saddam, dall’altro sua madre, contenta della caduta del dittatore e della fine della repressione. Il servizio affronta anche le gravi preoccupazioni della vita di tutti i giorni e i conflitti ideologici che dividono profondamente il paese e le famiglie. Guillet ha restituito abilmente la spontaneità della conversazione e l’ha articolata in un complesso armonico grazie ai pochi e sintetici testi d’accompagnamento.

Essere al posto giusto al momento giusto e soprattutto utilizzare telecamera e microfono per ricostituire la realtà senza sorvolare e banalizzare le emozioni. È quanto è riuscito a fare Adrian Arnold, giornalista della SF DRS, nei due servizi «Drama am Matterhorn» e «Wunder am Matterhorn» per il programma «Schweiz Aktuell». Quella che doveva essere un’intervista sui costi della sicurezza in alta montagna è diventata un vero e proprio racconto di vita, in tutta la sua intensità. I due documentari mostrano da un lato l’impegno dei soccorritori che prestano aiuto senza pregiudizi, dall’altro la temerarietà degli alpinisti che, appena salvati, pensano già alla prossima avventura.

Lorenzo Mammone e Gianni Gaggini, giornalisti della TSI, sono riusciti a presentare, a distanza di soli cinque giorni dall’incidente aereo di Sharm El Sheik, un’analisi strutturata e chiara della catastrofe, rigorosa e al contempo avvincente. Le testimonianze e i documenti esclusivi raccolti corroborano e vivacizzano l’analisi e la ricostruzione della tragedia. Il lavoro d’inchiesta evidenzia interrogativi preoccupanti e pressanti sulla sicurezza dei voli e sulla superficialità dei controlli e mette in luce in modo inequivocabile la mancanza di trasparenza per i passeggeri, ignare pedine sulla scacchiera di interessi commerciali. L’assenza di trasparenza tocca anche le agenzie di viaggio che vendono prodotti a rischio senza saperlo.

Il Prix Médias idée suisse, che ricompensa servizi giornalistici legati all'attualità e prodotti per i media della SRG SSR idée suisse, è consegnato ogni anno in occasione del Management Meeting della SRG SSR. I premi principali si suddividono nelle categorie «attualità quotidiana» e «attualità settimanale».

La giuria, presieduta da Peter Studer, è composta da Monica Piffaretti, editrice, Dominique von Burg, caporedattore della Tribune de Genève, Rainer Stadler, capo della redazione media della Neue Zürcher Zeitung e Jacques Donzel, ex direttore dei programmi della RSR. Armin Walpen, direttore generale della SRG SSR idée suisse, ha istituito il premio per promuovere il dibattito sulla qualità e l'etica nel giornalismo.

Josefa Haas
Responsabile Comunicazione aziendale SRG SSR idée suisse
Tel. 031 350 92 30 oppure 079 321 92 66; www.srgssrideesuisse.ch

RSIRTRRTSSRFSWI