SRG SSR

  • DE
  • FR
  • IT
  • RM
  • EN
Concorso del film documentario 1998 - Il film documentario - specchio della realtà svizzera

Comunicato stampa

20.01.1998

Concorso del film documentario 1998 - Il film documentario - specchio della realtà svizzera

I vincitori del Concorso del film documentario SRG SSR idée suisse 1998 sono stati nominati durante il Festival internazionale del film di Locarno.

I sei membri della giuria, sotto la presidenza di Marc Wehrlin, hanno assegnato a due progetti un importo complessivo di 1 milione di franchi finalizzato alla produzione: «Bonne conduite» di Jean-Stéphane Bron e Antoine Jaccoud e «ID SWISS» di Fulvio Bernasconi, Christian Davi, Nadia Fares, Wageh George, Kamal Musale, Thomas Thümena e Stina Werenfels.

Con questo concorso Armin Walpen, Direttore generale della Società svizzera di radiotelevisione (SSR), ribadisce l'importanza che riveste il film documentario per raffigurare la realtà elvetica.

«La SSR crede nel cinema svizzero e crede in questo paese», ha osservato Armin Walpen, confermando quanto preannunciato nel gennaio di quest'anno durante la presentazione del Concorso alle Giornate cinematografiche di Soletta. «Non basta continuare a parlare di impegno per il cinema svizzero, dobbiamo anche prendere iniziative, rischiare».

Il tema proposto ai registi elvetici era quello della coabitazione delle varie culture in Svizzera.

La giuria - Béatrice Barton, Luisella Realini, Alexandra Schneider, Jean-Louis Porchet e Paul Riniker - sotto la presidenza di Marc Wehrlin (capo della sezione Cinema presso l'Ufficio federale della cultura), ha valutato i progetti inoltrati in due momenti.

Durante la prima fase, sulle 80 sinossi pervenute sono stati selezionati 4 progetti da realizzare. La giuria e la SSR giudicano estremamente positivo il fatto che oltre 80 autori svizzeri si siano sentiti coinvolti dalla tematica, come del resto conferma il materiale inviato, ricco di creatività.

Questi i 4 progetti selezionati per la successiva elaborazione:

  1. «Bonne conduite»
  2. «Les cahiers au feu, la maîtresse au milieu!», di Marie-Christophe Arn
  3. «Konradhof», di Béatrice Michel e Hans Stürm
  4. «ID SWISS».

Nella seconda fase, la giuria si è pronunciata nettamente a favore di 2 progetti, chiedendo alla SSR di rialzare la dotazione del premio inizialmente fissato a Fr. 700'000 per permettere la loro realizzazione. Di conseguenza, con un aumento di Fr. 300'000, l'importo globale del premio si è così fissato a 1 milione di franchi.

Questi i vincitori:

  1. «Bonne conduite» (o «Die Fahrermacher») di Jean-Stéphane Bron e Antoine Jaccoud
  2. «ID SWISS» di Fulvio Bernasconi, Christian Davi, Nadia Fares, Wageh George, Kamal Musale, Thomas Thümena e Stina Werenfels.

«Bonne conduite» è un affondo nel mondo delle autoscuole e della burocrazia degli uffici della motorizzazione: ne esce un impressionante melting pot che ritrae e confonde mentalità, culture, desideri e comportamenti di maestri, burocrati del traffico e allievi.

«ID SWISS» è invece un film a episodi firmato da una nuova generazione di cineasti svizzeri che attraverso la propria biografia hanno dato un contributo molto personale sul tema imposto dal concorso. Il progetto è firmato da Samir e Werner Schweizer.

I budget alla produzione inoltrati dai vincitori saranno interamente coperti dalla somma stanziata dalla SSR.

Oltre a ciò i 2 progetti verranno distribuiti una volta nei cinema e una volta alla televisione.

Il concorso si inserisce nell'iniziativa globale "SRG SSR idée suisse" e segna un momento importante dell'impegno della SSR a favore della produzione audiovisiva indipendente in Svizzera.

Altre tracce di questo impegno sono ben visibili nel programma '98 del Festival internazionale del film di Locarno. La SSR è infatti presente nelle tante sezioni del Festival con le seguenti coproduzioni:

Concorso

LE MONDE À L’ENVERS, Rolando Colla (TSI)

F. EST UN SALAUD, Marcel Gisler (SF DRS)

Cinéastes du présent

LES DISEURS D’HISTOIRES (SUD-1),Mohammed Soudani (TSI)

Pardi di Domani

CONTRECOUP, Pascal Magnin (TSR)

DERNIERS PÉTALES D’UNE MARGUERITE, Daniel Duqué (TSR)

DES HEURES SANS SOMMEIL, Ursula Meier (TSR)

HAI, Tobias Ineichen (SF DRS)

HELL FOR LEATHER, Dominik Scherrer (SF DRS/TSI)

HOTEL BELGRAD, Andrea Staka (SF DRS)

PASTRY, PAIN AND POLITICS, Stina Werenfels (SF DRS)

CROSSROADS, Mihaly Györik (TSI)

BLITZBLANK, Thomas M. Rayman (SF DRS)

Perspectives suisses

THREE BELOW ZERO, Simon Aeby (SF DRS)

MON BEAU PETIT CUL, Simon Bischoff (SF DRS)

LEOPOLD R., Jean-Blaise Junod (TSR)

FONDOVALLE, Paolo Poloni (TSI)

RYHINER’S BUSINESS, Mike Wildbolz (TSI / SF DRS)

Séances spéciales

«200 ANNI D’ACQUA», Fulvio Bernasconi (TSI)

Semaine de la critique

BRAIN CONCERT, Bruno Moll (SF DRS)

RSIRTRRTSSRFSWI