SRG SSR

Risultato d'esercizio 2016

Risultato d'esercizio 2016

A causa dell'apprezzamento del franco, la SSR ha registrato nel 2015 un calo degli introiti pubblicitari. Con un tempestivo freno alla spesa è però riuscita a compensare le perdite. Ciononostante, due eventi straordinari hanno causato un disavanzo di 90 milioni di franchi: la prevedibile riduzione del tasso d'interesse tecnico della Cassa pensioni e la decisione del Tribunale federale riguardante l'IVA. Grazie a misure di austerità mirate, dal 2016 la SSR tornerà nelle cifre nere. 

La SSR si lascia alle spalle un anno movimentato. L'apprezzamento del franco ha ridotto notevolmente i proventi sul mercato pubblicitario. Grazie ad alcuni provvedimenti tempestivi sul versante dei costi è stato tuttavia possibile contenere le perdite. Nell'aprile scorso, il Tribunale federale ha deciso che, in futuro, i contribuenti non sarebbero più stati tenuti a versare l'IVA sul canone, per cui il suo importo è sceso da 462 a 451 franchi. Da allora, la SSR è costretta a fare a meno dell'ammontare corrispondente. Nel 2015, ciò ha causato minori entrate pari a 27 milioni di franchi. La crescita del numero di economie domestiche assoggettate al canone, pari all'1,7 per cento, ha compensato solo in parte queste minori entrate. A causa della decisione del Tribunale federale, dal 2016 i proventi del canone a favore della SSR diminuiranno di 35 milioni di franchi l'anno. A gravare sulle entrate della SSR ci saranno anche gli effetti della nuova legge sulla radiotelevisione (LRTV), che prevede che la quota di canone per le emittenti locali e regionali passi dal 4 ad un massimo del 6 per cento. Appena la legge entrerà in vigore a metà 2016, le radio e le TV private avranno a disposizione maggiori mezzi finanziari, con un conseguente calo delle entrate della SSR. Per far fronte alle ripercussioni a lungo termine generate dagli eventi sopra menzionati, la SSR ha messo a punto un pacchetto di risparmi. I costi dei relativi accantonamenti, pari a 30,9 milioni di franchi, sono stati iscritti a bilancio nel 2015. 

Modifica del tasso d'interesse tecnico della Cassa pensioni

Alla luce delle pessime prospettive sul mercato dei capitali, è probabile che la Cassa pensioni della SSR debba abbassare il tasso d'interesse tecnico. Nel 2013, nell'ambito del cambio di primato, la SSR aveva garantito per cinque anni che in caso di abbassamento del tasso d'interesse tecnico si sarebbe assunta il finanziamento della riserva matematica mancante a favore dei beneficiari di rendite. Vista la situazione sui mercati finanziari, una riduzione del tasso e il conseguente ricorso alla garanzia sono ora probabili. Nel 2015 la SSR ha pertanto costituito un accantonamento di 70 milioni di franchi.  

Trasferimento di publisuisse in una nuova società

La SSR ha fondato insieme a Swisscom e a Ringier una joint venture per la commercializzazione di pubblicità e sponsorizzazione. La Commissione della concorrenza ha approvato la nuova piattaforma pubblicitaria il 16 dicembre 2015. Il 29 febbraio 2016, il DATEC ha constatato che non vi sono ostacoli a una partecipazione della SSR alla piattaforma pubblicitaria. Il trasferimento della società affiliata publisuisse nella nuova impresa comune ha generato per la casa madre SSR (senza le società affiliate) proventi da partecipazione pari a 22,9 milioni di franchi.

Complessivamente, la casa madre fa segnare una perdita di 90 milioni di franchi.

RSIRTRRTSSRFSWI